Quali sono i fattori di ranking e di posizionamento Google?

Written by on 22/11/2021

Quali sono i fattori di ranking e di posizionamento Google? I cinque fattori di ranking più importanti!

Nel primo articolo di questo mini-speciale su posizionamento e algoritmo di ricerca Google abbiamo prlato di “come funziona l’algoritmo di ricerca Google”. Adesso andiamo alla scoperta dei fattori di ranking del motore di ricerca Google per un’azienda che vuole posizionarsi per bene.

Quali sono i fattori di ranking e di posizionamento Google?

Sulla base di ciò che Mueller e Google hanno detto in passato, possiamo guardare ad alcuni dei principali fattori che l’algoritmo prende in considerazione, così come a come possono essere applicati alla vostra strategia di ranking

1. Significato e intento (fattore di ranking Google)

All’interno dell’algoritmo di ricerca di Google, capire e chiarire il significato e l’intento della query di ricerca è il primo passo fondamentale. I meccanismi che permettono questo sono, di nuovo, un segreto assoluto, ma quello che sappiamo riguardante i criteri è questo:

Lo scopo della query. Il ricercatore sta cercando risultati su un argomento più ampio, come “come entrare nel mondo del giardinaggio”, o uno specifico, come quale attrezzo da giardinaggio dovrebbe essere usato per un particolare compito?
Sinonimi. Questo sistema ha richiesto cinque anni di lavoro e permette a Google di capire, per esempio, che “cambiare una lampadina” significa la stessa cosa di “sostituire una lampadina”.
Lingua. Se la query di ricerca è scritta, per esempio, in spagnolo, significa che l’utente vuole i risultati in spagnolo?
Località. L’utente sta cercando informazioni commerciali locali, come gli orari di apertura del McDonald’s più vicino, o sta cercando informazioni su McDonald’s in generale?
Freschezza. Se l’utente sta cercando, per esempio, il prezzo delle azioni di Tesla, o gli ultimi risultati della Premier League, allora Google può interpretare che solo le informazioni più aggiornate saranno utili e preziose per l’utente.

Di conseguenza, vale la pena assicurarsi che il contenuto sia ottimizzato con queste cose in mente. Per esempio, dovreste assicurarvi che l’intento dietro le vostre parole chiave sia chiaro (questo può essere fatto usando strumenti di ricerca approfondita delle parole chiave), e che prestiate molta attenzione alle vostre tattiche SEO locali se avete un’attività locale.

2. Rilevanza (fattore di ranking Google)

Una volta che l’algoritmo ha capito il significato e l’intento della query, guarda l’indice di Google per identificare quali pagine offrono la soluzione più pertinente ad essa. Questo è il punto in cui il SEO on-page è importante, poiché uno dei segnali più basilari di rilevanza è se la vostra pagina contiene le stesse parole chiave della query di ricerca (specialmente se sono nei vostri titoli).

Oltre a questo, Google implementa “dati di interazione aggregati e resi anonimi”, il che significa che esplora la rilevanza della pagina ben oltre le semplici menzioni di parole chiave. Questo è il motivo per cui è importante stabilire un argomento effettivo oltre la parola chiave, assicurando che il tuo contenuto sia pertinente alla query di ricerca e aumentando le possibilità che venga letto

3. Qualità (fattore di ranking Google)

Negli ultimi anni, Mueller ha fatto molti riferimenti al concetto di qualità come fattore di ranking, e dal 2019, Google ha persino implementato una serie di linee guida dettagliate per dare ai SEO e ai content marketer una chiara idea di ciò che “piace”. All’interno di queste linee guida, Google fornisce una serie di domande che possono valutare la qualità del tuo contenuto, molte delle quali si concentrano sui concetti di competenza, autorevolezza e affidabilità. Questi sono i tre pilastri di valutazione che compongono il processo E-A-T dell’azienda.

Cos’è E-A-T?

E-A-T – o competenza, autorevolezza e affidabilità nella traduzione inglese – è una delle parti più importanti dell’algoritmo di Google, ma non è il giudice finale e definitivo della qualità del contenuto. Google ora impiega effettivamente dei valutatori di qualità di ricerca umani per verificare i risultati dell’algoritmo.

Per esempio, una volta che un pezzo di contenuto è stato caricato ed è stato indicizzato da Google, l’algoritmo farà una valutazione basata sulla sua qualità (noi, naturalmente, non sappiamo esattamente come viene fatta questa valutazione). Tuttavia, un ratore di qualità di ricerca esaminerà poi il contenuto stesso, e prenderà una decisione sul fatto che contenga E-A-T “forti” prima di essere classificato.

Queste decisioni sono prese sulla base delle Linee guida per la valutazione della qualità della ricerca (SQEG), un documento PDF dettagliato che è disponibile al pubblico. Quindi, puoi vedere tu stesso come la qualità del tuo contenuto sarà probabilmente valutata. Documento LINEE GUIDA GOOGLE SUI CONTENUTI E LA RICERCA QUI

I tuoi soldi o la tua vita (YMYL)

All’interno della SQEG, vale anche la pena prestare particolare attenzione a ciò che Google definisce come contenuto YMYL, che tocca pesantemente gli aspetti di “autorevolezza” e “affidabilità” delle linee guida E-A-T.

Il contenuto YMYL è qualsiasi informazione che pubblichi che potrebbe influenzare la felicità, la salute, la sicurezza o la stabilità finanziaria di un lettore. In questi casi, Google probabilmente non prenderà nemmeno in considerazione di classificare il vostro contenuto a meno che non sia scritto da un esperto pertinente.

Per esempio, se si produce un post sul blog che sostiene un particolare tipo di dieta, allora dovrebbe essere scritto da un professionista pertinente, come un dietologo. Un articolo sui pro e i contro di un particolare schema pensionistico dovrebbe essere scritto da un professionista finanziario certificato, e così via.

La SQEG fornisce linee guida dettagliate su ciò che è classificato come contenuto YMYL, e sono un fattore di ranking significativo all’interno dell’algoritmo di ricerca di Google, quindi assicuratevi di seguire attentamente le linee guida che lo riguardano.

4. Esperienza dell’utente (fattore di ranking Google)

Secondo Google, il suo algoritmo cerca di promuovere le pagine più usabili rispetto a quelle meno usabili, in particolare quando identifica “punti dolenti persistenti per gli utenti”.

In realtà, questo significa che l’algoritmo di ricerca dà la preferenza ai siti che:

– Si caricano e appaiono correttamente su diversi browser web (cioè Chrome, Firefox, ecc.)
– Sono compatibili con diversi tipi e dimensioni di dispositivi (cioè computer desktop, laptop, tablet e telefoni cellulari)
– Presentano tempi di caricamento rapidi, anche per gli utenti con velocità internet lente

Google di solito avvisa i webmaster di qualsiasi aggiornamento significativo che potrebbe essere in procinto di avvenire, e fornisce anche una serie di strumenti per aiutarli a misurare e migliorare l’usabilità e le prestazioni del loro sito.

5. Contesto (fattore di ranking Google)

Questo fattore di ranking è strettamente legato alla rilevanza, ma tiene anche conto del contesto personale e delle impostazioni del ricercatore. Per esempio, se qualcuno in italia cerca “risultati di calcio di oggi”, allora probabilmente vedrà i risultati di calcio italiano (cioè Serie A, Serie B ecc) per quel giorno. Tuttavia, se qualcuno nel Regno Unito cerca la stessa cosa, probabilmente vedrà i risultati del calcio (cioè la Premier League).

L’algoritmo può anche identificare modelli e preferenze in base alle ricerche precedenti, e fornire risultati di conseguenza. Per esempio, se qualcuno cerca “Roma”, ma cerca regolarmente anche “As Roma”, l’algoritmo può interpretare che l’utente vuole informazioni sulla squadra della Roma piuttosto che sulla città.

Infine, l’algoritmo può anche prendere in considerazione le preferenze del ricercatore, soprattutto se naviga sul web mentre è connesso al suo account Google. Per esempio, se l’algoritmo sa che l’utente è interessato alla musica e quando l’utente cerca il termine “eventi vicino a me”, potrebbe dare la precedenza ai concerti musicali.

SEO e Posizionamento Google sono importanti per la tua azienda? Richiedi una Consulenza gratuita da parte nostra


Tagged as , , ,




Continue reading


Please visit Appearance->Widgets to add your widgets here